Selezionare i campi di ricerca desiderati. Una volta visualizzati i risultati, cliccare sulla tacca colore o sull'indicazione del formato per visualizare le pagine contenenti tutte le specifiche tecniche dei singoli articoli. Se si desidera visionare un particolare formato, cliccare sul formato corrispondente nella lista presente sotto la tacca colore.

Determinazione della scivolosità (R) - DIN 51130

Per quali prodotti: Gres porcellanato colorato in massa e tutta massa denominato UGL

La resistenza allo scivolamento a piedi calzati è una caratteristica che coinvolge la sicurezza e la salute degli utilizzatori della pavimentazione ceramica.

I coefficienti di scivolosità indicati dal valore R classificano i prodotti secondo le esigenze specifiche delle destinazioni d’uso, indicate secondo un ordine crescente di pericolosità, con riferimento soprattutto agli ambienti industriali e commerciali.

In questa prova, un operatore viene collocato su un piano orizzontale rivestito di piastrelle cosparse d'olio. Tale piano viene inclinato sino a quando l’operatore provvisto di calzature specifiche inizia a scivolare. La classificazione conseguente è stabilita dall’angolo di inclinazione del piano rivestito nell’istante di scivolamento:

 

ANGOLO DI INCLINAZIONE CLASSIFICAZIONE DESTINAZIONE D'USO
a<6° Non classificate Ambienti domestici e commerciali con accesso interno
6° ≤ a ≤ 10° R9 Zone ingresso e scale con accesso dall'esterno
10° ≤ a ≤ 19° R10

Zone comuni mediamente umide (bagni, garage)

Zone esterne coperte

19° ≤ a ≤ 27° R11

Ambienti di lavoro, laboratori con forte presenza di acqua

Zone esterne scoperte

27° ≤ a ≤ 35° R12 Ambienti di lavoro, laboratori con presenza di sostanze scivolose
a > 35° R13 Ambienti con forte presenza di oli e grassi
Determinazione della scivolosità - DIN 51097

Per quali prodotti: Gres porcellanato colorato in massa e tutta massa denominato UGL

Questa resistenza allo scivolamento è un procedimento che stabilisce la conformità delle mattonelle per la posa in locali dove si cammina a piedi scalzi quali piscine, wellness, spogliatoi etc. e coinvolge la sicurezza e la salute degli utilizzatori della pavimentazione ceramica.

Su un piano orizzontale, le piastrelle posate vengono bagnate con una soluzione (1g/l di agente bagnante + acqua). Il piano viene inclinato sino a quando l’operatore (che cammina a piedi nudi) inizia a scivolare; gli angoli corrispondenti allo scivolamento determinano la seguente classificazione:

 

 

ANGOLO DI
INCLINAZIONE
CLASSIFICAZIONE DESTINAZIONE D’USO
a < 12° Non classificate  
12° ≤ a ≤ 18° A Spogliatoi, zone di accesso a piedi nudi etc.
18° ≤ a ≤ 24° B (A+B) Docce, bordi piscina, etc
a ≤ 24° C (A+B+C) Bordi di piscine in pendenza ma sott’acqua,
scale sommerse, zone con possibilità di acqua stagnante
VSHADE - Stonalizzazione delle piastrelle

Per “stonalizzazione” si intende la variazione cromatica e/o grafica superficiale che intercorre tra le piastrelle di una stessa collezione.

In particolare, sono state stabilite quattro classi di stonalizzazione entro le quali sono classificate le diverse collezioni:

V1 – Aspetto Uniforme
La colorazione e la tessitura grafica delle piastrelle è uniforme, le differenze tra le varie piastrelle sono minime e quasi impercettibili.
V2 – Variazione Minima
Differenze di tono e struttura sono chiaramente visibili, il gioco cromatico/grafico si muove però su un colore di fondo specifico. La colorazione delle piastrelle è sostanzialmente uniforme, pur con la presenza di sfumature tono su tono.
V3 – Variazione Moderata
Colori e strutture visibili su una piastrella possono dare solo un’indicazione generale del gioco cromatico che si andrà a comporre. Così un colore appena accennato su una piastrella potrà essere il colore dominante di un’altra piastrella della stessa partita.
Il prodotto è volutamente caratterizzato da una moderata variazione grafica dovuta alle venature originali dei materiali naturali, o prodotta per suggerire effetti vintage, di usura o di particolare matericità.
V4 – Variazione Sostanziale
Le piastrelle possono presentare colori completamente diversi una dall’altra, con un grado di variabilità grafica massimo. Il gioco cromatico complessivo sulla superficie posata è unico ed originale.
Gli evidenti giochi di contrasti descrivono i riferimenti naturali e culturali dai quali le collezioni traggono ispirazione.